Videogame. “The Feud: Wild West Tactics”, per rivivere le faide del Vecchio West

0
167

Nel Selvaggio West non erano rare le faide fra famiglie rivali.

La più famosa, celebrata anche nell’omonima miniserie televisiva con Kevin Kostner di alcuni anni fa, fu la “faida Hatfields-Mccoy”, che durò ben 25 anni, dal 1865 al 1891, con strascichi addirittura sin quasi ai giorni nostri.

Questa l’ambientazione di “The Feud: Wild West Tactics”, il nuovissimo videogame per pc a turni stile XCOM, sviluppato e editato da Galaxy Pest Control (http://gpcgames.com).

“The Feud: Wild West Tactics”, innanzitutto, è un videogame storicamente piuttosto accurato.

I personaggi principali sono quelli originali della celebre “faida”: William Anderson detto “Devil Anse” Hatfield; William Anderson detto “Cap” Hatfield; Jim Vance; Randolph “Randall” McCoy; Sam McCoy; Bad Frank Pilliphs.

Tutto ha inizio, come nella storica faida, ai tempi della Guerra Civile Americana. Quando “Devil” Anse Hatfield, assieme ad alcuni componenti della sua famiglia, disertarono dall’esercito Confederato e tornarono a casa, in West Virginia. Nel medesimo esercito militava Randall McCoy, mentre il fratello minore, Asa Harmon, combatteva nell’esercito Unionista.

Asa Harmon entrò in contrasto con la famiglia Hatfields, che nel frattempo aveva costituito una sorta di gang locale. Jim Vance, zio di “Devil” Hanse, in particolare, minacciò di morte Asa Harmon e, nel gennaio 1865, gli Hatfields gli spararono, uccidendolo.

Così ebbe inizio la faida che, in seguito, portò ad altri screzi e strascichi. E così si dipana nel gioco, attraverso ben tre campagne storiche giocabili, una modalità Schermaglia e una modalità Saga.

“The Feud: Wild West Tactics” è essenzialmente un gioco di strategia a turni, in stile XCOM. In ogni battaglia il giocatore controlla la sua squadra che, a colpi di pistola, fucile, coltellate o lancio di dinamite, dovrà sconfiggere gli avversari in campo.

Le campagne storiche (comprendenti la campagna degli Hatfields e, una volta terminata, sarà sbloccata la campagna dei McCoy e una successiva campagna cooperativa), constano di ben 32 missioni con mappe uniche e due livelli di difficoltà. Mano a mano che si progredirà nel gioco, si incontreranno nuovi personaggi, che ci accompagneranno nell’avventura e si uniranno alla nostra squadra. Oltre a ciò, i componenti della nostra squadra progrediranno di livello e potremo scegliere nuove abilità (oppure rafforzare quelle che già possediamo), che ci permetteranno di sconfiggere meglio gli avversari.

Potremo inoltre equipaggiare i nostri personaggi con nuove armi e oggetti (alcuni dei quali rari), indispensabili allo svolgimento delle differenti missioni. Missioni nelle quali, di volta in volta, potremmo ritrovarci a ricercare risorse, oppure indagare su qualche fatto, dare la caccia a tizi ricercati, fermare vagoni del treno, rapinare banche…tutto per combattere la nostra famiglia rivale !

Nel gioco sono inoltre presenti ben 11 personaggi (sia storici che ispirati al Vecchio West), ciascuno con caratteristiche differenti e uniche.

Oltre alla modalità “Campagna storica”, “The Feud: Wild West Tactics” presenta una modalità “Saga”, che dispone di una mappa strategica 4x stile Civilization, nella quale – vestendo i panni del clan Hatfields oppure McCoy – ci troveremo a dover sconfiggere le altre tre famiglie rivali, conquistando tutto il selvaggio West ! Per farlo – partendo dalla nostra capitale – ci muovremo con il nostro fido destriero sulla mappa, esplorandola e iniziando a conquistare miniere, risorse, danaro o affrontando i nostri nemici direttamente sul campo di battaglia, quando li incontreremo sul nostro cammino. Ricordandoci di rafforzare sempre la nostra capitale perché, una volta conquistata dalle famiglie rivali, il gioco avrà termine con la nostra sonora sconfitta ! Nostro scopo principale sarà dunque quello di attaccare e occupare, quindi, le capitali dei rivali.

Nella modalità “Saga” avremo anche un albero delle tecnologie – con oltre cento miglioramenti – che ci permetterà di sviluppare nuove tecniche di combattimento, nuove armi e altre abilità utili a sopraffare in nemico.

Oltre a ciò, i personaggi della nostra squadra progrediranno e aumenteranno il loro livello di abilità e la loro capacità di resistenza.

Infine la modalità “Skirmish” o “Schermaglia”, che ci permetterà – con la nostra squadra ben equipaggiata – di affrontare battaglie libere contro il nemico, con anche la possibilità di testare il pistolero più abile e coraggioso in campo.

Tutte le battaglie sul campo (sia quelle delle Campagne, che della modalità Saga o Schermaglia) vanno accuratamente studiate, in quanto, per vincerle, non è solo necessaria una mira sopraffina, ma anche la capacità di muovere i propri cowboy nei punti giusti. Dietro ad un albero, ad esempio, oppure dietro a un carro o a un masso, in modo che possano ripararsi meglio dai colpi avversari.

Oppure decidere chi, dove e come colpire l’avversario (se direttamente al cuore oppure alle gambe, oppure, come nel miglior “Mezzogiorno di fuoco”, disputare con lui un duello che decida subito le sorti del combattimento).

Molti sono i fattori da valutare, per poter uscire vittoriosi.

Aspetto particolarmente suggestivo delle battaglie sono i brevi filmati – attraverso le cosiddette “telecamere cinematiche” – che evidenziano i nostri attacchi speciali o i colpi più brutali contro il nostro avversario. Il che rende più realistico e accattivante il gioco.

La grafica di “The Feud: Wild West Tactics” è davvero ottimamente curata, sia per quanto riguarda i personaggi che le ambientazioni, fatte di praterie, montagne (anche innevate), boschi, città, miniere, aree desertiche tipiche del selvaggio West.

E molto carini anche i filmati all’inizio di ogni missione, per quanto – purtroppo – sia del tutto assente il doppiaggio vocale, ma siano presenti unicamente i sottotitoli…in inglese. Eh sì, perché purtroppo il gioco non è tradotto in italiano, ma è comunque piuttosto intuitivo nella sua giocabilità.

Anche il comparto musicale permette al giocatore di entrare nell’era selvaggia del Vecchio West e è di tutto rispetto.

The Feud: Wild West Tactics” sicuramente non è un gioco che delude né gli appassionati di Western, né tantomeno gli appassionati di giochi a turni stile XCOM.

Le varie modalità di gioco (Campagne, Saga, Schermaglia), sicuramente offrono un’ampia rigiocabilità del gioco e lo rendono piuttosto longevo nel tempo.

Per poter essere giocato occorre un pc di fascia media o medio alta, con un sistema operativo da Windows 7 in su; una memoria di minimo 4 GB di RAM e 12 GB di spazio libero su disco fisso.

E’ possibile acquistarlo e scaricarlo da Steam al seguente link: https://store.steampowered.com/app/291840/The_Feud_Wild_West_Tactics/

Luca Bagatin

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome