Henry Peter nominato Presidente della Fondazione MASI a partire dal primo gennaio 2024

0
234

Il Consiglio di Fondazione MASI, l’organo direttivo del Museo d’arte della Svizzera italiana, ha nominato Henry Peter nuovo Presidente. Peter entrerà in carica dal primo gennaio 2024 e succederà Carmen Giménez, in carica dal 2015.

 

Henry Peter insegna all’Université de Genève dal 1988 e dirige il Centro pluridisciplinare dedicato alla filantropia. È appassionato d’arte fin da giovane e ha stretto molti contatti con artisti contemporanei, in particolare dell’area svizzera. È membro del Consiglio di Fondazione del MASI dalla sua creazione nel 2015. È presidente del Consiglio della Fondazione per le Facoltà di Lugano dell’Università della Svizzera Italiana ed è membro del Consiglio dell’USI.

 

Il MASI è un modello esemplare di collaborazione e condivisione delle collezioni del Cantone e del Comune di Lugano”, dichiara Peter. “Al MASI spetta una missione di fondamentale importanza per la Svizzera Italiana sul piano culturale e sociale, sono quindi molto onorato della fiducia che mi viene dimostrata affidandomi questa importante carica.”

 

La Consigliera di Stato Marina Carobbio Guscetti, Direttrice del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) del Canton Ticino, saluta positivamente la nomina. “Il Museo d’arte della Svizzera italiana, sin dalla sua creazione, ha assunto un importante ruolo nel panorama culturale cantonale e nazionale. Sono lieta che una personalità di indubbie capacità ed esperienza quale Henry Peter abbia accettato di condurre il MASI verso la prossima fase della sua crescita e del suo consolidamento, dando così seguito al prezioso lavoro sin qui svolto egregiamente da Carmen Giménez.”

 

Siamo lieti che Henry Peter abbia accettato di presiedere il Consiglio di Fondazione del MASI. La sua esperienza, la sua assoluta competenza nel campo del non profit e il suo attaccamento all’istituzione, di cui è consigliere indipendente dalla sua costituzione nel 2015, sapranno sicuramente valorizzare il grande lavoro svolto in questi anni da Carmen Giménez. Alla Presidente uscente, che ringraziamo per la sua generosità e per le preziose relazioni che ha saputo intessere nel mondo dell’arte a favore del Museo, va il nostro pensiero riconoscente, nella speranza di nuove collaborazioni future” sottolinea Roberto Badaracco, Vicesindaco della Città di Lugano.

 

Il Consiglio di Fondazione MASI per i prossimi quattro anni è composto da tre rappresentanti del Cantone Ticino nelle persone di Marina Carobbio Guscetti, Consigliera di Stato e direttrice DECS; Dir. Raffaella Castagnola Rossini, direttrice della Divisione della cultura e degli studi universitari del DECS; Denise Tonella, Direttrice Museo Nazionale di Zurigo e da tre rappresentanti della Città di Lugano nelle persone dell’On. Roberto Badaracco, Vicesindaco Città di Lugano, Capodiscastero cultura, sport ed eventi; Dir. Luigi Dicorato, Direttore Divisione Cultura; Giancarlo Olgiati.
Fanno inoltre parte del Consiglio Rita Colombo, Presidente del Comitato dell’Associazione ProMuseo, la Presidente della Commissione Scientifica Gianna Mina Zenni ed Henry Peter in qualità di membro indipendente.

 

Il Museo d’arte della Svizzera italiana (MASI Lugano) è nato nel 2015 dall’unione tra il Museo Cantonale d’Arte e il Museo d’Arte della Città di Lugano, istituti pubblici attivi da decenni sul territorio cittadino. In pochi anni si è affermato come uno dei musei d’arte più visitati della Svizzera. Nelle due sedi – quella ospitata nella moderna architettura del centro culturale LAC e quella storica di Palazzo Reali – il MASI offre una ricca programmazione con mostre temporanee e allestimenti della collezione sempre nuovi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome