Dalla crisi del fascismo alla liberazione

0
629

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA – DOMENICA 25 APRILE – SALA SINOPOLI ORE 11

SIMONA COLARIZI

“Dalla crisi del fascismo alla liberazione”

Il 25 luglio 1943 il Gran Consiglio del Fascismo destituisce Mussolini e il re Vittorio Emanuele III lo fa arrestare. Ventuno mesi dopo, il 25 aprile 1945, l’insurrezione partigiana e l’avanzata degli Alleati sanciscono la Liberazione. Dalla caduta del fascismo all’armistizio, dall’occupazione nazista alla guerra civile, il biennio 1943-45 è scandito da una sequenza drammatica di avvenimenti, decisivi nella storia nazionale. Dopo un ventennio di dittatura, l’Italia si ritrova divisa, devastata da una guerra totale, sull’orlo della dissoluzione istituzionale. Ma la resistenza all’occupazione nazista diviene l’inizio di una reazione che cambierà il futuro del paese. In quegli anni, infatti, rinasce la società civile, si riformano i partiti, emergono idee e valori che costituiranno i fondamenti della Repubblica.

Simona Colarizi insegna Storia contemporanea all’Università degli studi di Roma La Sapienza

A partire da domenica 29 novembre, alle 11.00 nella sala Sinopoli dell’Auditorium, si rinnova l’appuntamento con la storia. Introdotti da Paolo Di Paolo Andrea Carandini, Alessandro Barbero, Massimo Firpo, Paolo Galluzzi, Valerio Castronovo, Luciano Canfora, Simona Colarizi, Lucio Villari, Andrea Graziosi ci faranno capire, utilizzando un linguaggio vivace e accessibile a tutti, come dalle crisi possano emergere idee, assetti, uomini, germi di un nuovo futuro.

Le lezioni sono realizzate dagli Editori Laterza in coproduzione con la Fondazione Musica per Roma e con il contributo di Acea, UniCredit Group e UniCredit Banca di Roma.

Biglietti: 5 euro (riduzioni del 25% con Parco della Musica card)

Info 06-80241281 www.auditorium.com

Editori Laterza, Ufficio stampa tel. 0645465302-05; e-mail:attadio@laterza.it

Fondazione Musica per Roma, Ufficio stampa tel. 0680241574-231-228-261; ufficiostampa@musicaperroma.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome