Trento Film Festival day 9: è l’ora delle Genziane, oggi le premiazioni e le repliche

0
362

Alle 17.30, presso il Chiostro degli Agostiniani, per Destinazione… Etiopia, la presentazione del libro La vita a modo mio di Wilfred Thesiger, edito da Edizioni Settecolori. In un dialogo fra Stefano Rossi del Centro per la Cooperazione Internazionale e il direttore editoriale di Settecolori Stenio Solinas, emergerà l’importanza letteraria di Thesiger, l’ultimo dei grandi quanto eccentrici esploratori inglesi, una figura leggendaria per i suoi viaggi in alcuni dei luoghi più inaccessibili della terra.

Sempre alle 17.30, ma in Piazza Cesare Battisti, l’opportunità di provare un Massaggio con le campane tibetane, pratica antica, armonica e vibrazionale, dai molteplici benefici psicofisici.

Arriva infine l’attesissimo momento della Cerimonia di premiazione del 71. Trento Film Festival, con la consegna dei premi ufficiali: appuntamento dunque alle 18 presso la Sala di Rappresentanza di Palazzo Geremia.

Ultimo appuntamento di giornata con la rubrica Un’ora per acclimatarsi, alle 19 in Piazza Battisti: il ricercatore Renato Colucci, lo scrittore Michele Nardelli, il documentarista Luca Albrisi e l’imprenditore dello sci e snowboarder Mustafa Ceylan dialogheranno sul tema Reinventare l’inverno. Sciare nel futuro. Lo sci rappresenta infatti il core business del turismo invernale, per alcuni territori il principale motore dell’economia, ma il surriscaldamento climatico e i sempre crescenti problemi legati alla mancanza di precipitazioni costringono tutti a un cambio di rotta: è possibile reinventare l’inverno cambiando modello o lo sci è ancora oggi l’unica alternativa?

Highlights | Programma cinema

Oltre alla proiezione serale dei film premiati – prevista a partire dalle 21.15 nelle sale del Cinema Modena –, ecco una selezione delle proiezioni in programma nella penultima giornata di Festival.

Per la sezione Proiezioni speciali, segnaliamo Custodi di Marco Rossitti (Multisala Modena, Sala 3, ore 17), la raccolta di una serie di ritratti, frutto di anni di lavoro, che ci parlano di luoghi remoti e dei loro abitanti, intenti a prendersene cura perché parte essenziale della loro identità. Sempre per Proiezioni speciali, Everest: La spedizione italiana al tetto del mondo di Guido Guerrasio (Multisala Modena, Sala 3, ore 19) e The North Drift del tedesco Steffen Krones (Multisala Modena, Sala 2, ore 17.15). Se il primo documenta la missione capitanata da Guido Monzino, con il contributo dell’esercito italiano, che nel 1973 portò per la prima volta il tricolore in vetta alla montagna più alta della terra, il secondo – presentato in collaborazione con il MUSE – si viaggerà da Dresda al Circolo Polare Artico, seguendo e studiando le correnti che portano verso il nord del pianeta i rifiuti plastici, abbandonati nei mari e nei fiumi d’Europa.

Per la sezione TFF Family, dopo il successo di Le Chêne sabato scorso, sarà invece la volta di Yuku e il fiore dell’Himalaya, diretto da Rémi Durin e Arnaud Demuynck (Multisala Modena, Sala 3, ore 15.30). Un film in cui i piccoli spettatori potranno seguire l’avventura musicale della topolina Yuku alla ricerca di un fiore magico, in cima alle montagne più alte della terra.

Per la sezione Destinazione… Etiopia, è in programma Lamb di Yared Zeleke (Multisala Modena, Sala 2, ore 19.15): l’unico lungometraggio narrativo della selezione, che vede protagonista il piccolo Ephraim, impegnato in un avventuroso viaggio attraverso l’Etiopia, per sfuggire allo sfruttamento, tornare dalla propria famiglia e salvare il suo inseparabile agnello.

A chiudere la programmazione regolare del Festival, prima della tradizionale domenica dedicata alle repliche dei film premiati, il Supecinema Vittoria ospiterà alle 21 l’Anteprima di Rispet, lungometraggio d’esordio della regista trentina Cecilia Bozza Wolf, già premiata al Trento Film Festival nel 2017 per il corto Vergot. Interamente girato con attori non professionisti nella Valle di Cembra, Rispet è ambientato in un borgo di montagna immerso nei vigneti, dove gli abitanti giurano di essere una grande famiglia, ma in cui nella realtà serpeggia una profonda incapacità di esprimere emozioni e desideri, che sfocerà nell’intolleranza per il diverso. Sostenuta da entrambe le film commission regionali, IDM Film Commission Südtirol e Trentino Film Commission, la première di Rispet sarà presentata in collaborazione tra Trento Film Festival e Bolzano Film Festival sotto la nuova etichetta condivisa :”Tandem”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome