“Through the Darkest of Times”: primo videogame di resistenza al nazismo

0
250

Berlino, gennaio 1933. Adolf Hitler è salito al potere, diventando Cancelliere del Reich. E’ solo l’inizio del terrore nazifascista che presto si abbatterà sulla Germania e, via via, in Europa.

Sei il leader di un piccolo gruppo di resistenza al nazismo, costituito da anarchici, patrioti, comunisti, nazionalbolscevichi, monarchici, liberal cristiani, socialdemocratici. Solo tu puoi creare una rete clandestina indispensabile a combattere, nelle retrovie, il totalitarismo di Hitler.

Questo lo scenario di “Through the Darkest of Times”, ovvero “Attraverso il più oscuro dei tempi”, il nuovo videogame di strategia edito da HandyGames e realizzato dalla tedesca Paintbucket Games.

Un videogame dai toni cupi ed emozionanti, che ti faranno rivivere – in prima persona – uno dei periodi più oscuri della Storia.

Il giocatore, che guiderà un gruppo clandestino di resistenza al nascente nazismo, ovvero dovrà innanzitutto scegliere il suo personaggio, le sue caratteristiche fisiognimiche e personali, fra i numerosi profili proposti.

Ci sono comunisti, anarchici, nazionalbolscevichi, monarchci, liberal cristiani, liberali o socialdemocratici. Ogni ideologia politica influenzerà l’andamento delle missioni, così come la caratteristiche personali del profilo prescelto, ovvero il carattere del nostro personaggio (estroverso, introverso…) e i suoi punti discrezione, empatia, propaganda, forza fisica e cultura.

Ciascun personaggio, infatti, possiede punti differenti, che, nel corso del gioco, mano a mano che progredirete nelle missioni che porterete a termine, progrediranno (e potrete scegliere se implementare i punti discrezione, empatia, propaganda, forza fisica o cultura).

Una volta scelto il vostro personaggio, questo sarà a capo di una rete clandestina antinazista, costituita da altri due personaggi, scelti a caso dal computer. Con questi si troverà ad interagire (con risposte a scelta multipla) e, una volta ottenuto l’accesso alla schermata della mappa della Berlino degli Anni ’30, il giocatore potrà e dovrà assegnare ogni personaggio alle diverse missioni.

Le missioni sono numerose: dal parlare agli operai, oppure alla comunità cristiana, oppure ancora agli universitari ecc…, tentando di convincerli ad unirsi a voi, diventando simpatizzanti della causa antihitleriana; tentare di raccogliere fondi fra i simpatizzanti, indispensabili per poter finanziare missioni successive; rubare uniformi delle SA naziste (ovvero dei Reparti d’Assalto), in modo da potersi infiltrare nella rete nazista e sabotarla o raccogliere informazioni utili; raccogliere informazioni utili sui nazisti; salvare vostri compagni dalla prigione oppure, ancora, salvare vite umane che cadranno nelle grinfie dei nazisti; rubare dell’esplosivo; contrabbandare libri proibiti; distribuire volantini contro il regime e numerose altre missioni indispensabili a combattere e indebolire il regime hitleriano.

Al fine di portare avanti tutto ciò dovrete, di missione in missione, bilanciare il morale del vostro gruppo ed allo stesso tempo incrementare il numero di simpatizzanti, evitando di perderli, a causa dell’inasprimento del regime del terrore.

Nel corso di “Through the Darkest of Times”, la Storia ufficiale è e sarà sempre presente. Il gioco inizia nel 1933 e prosegue in tutto l’arco temporale del regime di Hitler e gli eventi presentati saranno i medesimi della Storia ufficiale. Voi, infatti, non potrete sovvertire gli eventi storici, ma ne sarete parte integrante. Dovrete stare attenti a non farvi scoprire. Dovrete agire nell’ombra perché, una volta scoperti, la vostra rete clandestina potrebbe essere smobilitata e distrutta. La Gestapo potrebbe arrestare i vostri compagni, oppure voi stessi essere arrestati e torturati. E allora…potrebbe essere la fine.

Potrete salvare vite e opporvi al regime, raccogliendo quanti più simpatizzanti possibile. Raccogliendo fondi utili allo svolgimento delle missioni, favorendo le nazioni in guerra contro Hirler e raccogliendo informazioni per far conoscere all’opinione pubblica mondiale l’orrore dei nazismo, i campi di concentramento, le barbarie contro ebrei e prigionieri politici.

Ogni missione andrà dunque pianificata e ad ogni missione vanno assegnati gli uomini giusti, ovvero con le giuste caratteristiche. Ad esempio, per parlare con gli operai, è più facile che la missione abbia esito positivo assegnando uno dei nostri compagni di ideologia comunista; oppure per incontrare un prete è preferibile assegnare un compagno di fede liberal cristiana. Se uno dei vostri compagni avrà un alto numero di punti cultura è più facile che riesca a contrabbandare libri proibiti; oppure, se uno dei vostri compagni ha un elevato punteggio di discrezione è più facile che riesca a portare a termine una missione senza essere notato da eventuali testimoni o dalla Gestapo e così via.

Avrete inoltre a disposizione una bicicletta, per poter fuggire in caso di pericolo, oppure, se riuscirete a rubarle, anche di uniformi naziste o altri oggetti utili alla bisogna. Ogni oggetto va utilizzato a seconda della missione che intenderete svolgere e ogni missione va ponderata, perché la sua riuscita o il suo fallimento potrebbe avere delle conseguenze nello svolgimento futuro del gioco.

Anche ogni risposta che darete nel gioco, sia ai vostri compagni che ai personaggi che incontrerete mano a mano che procederete nella storia (e nella Storia), possono avere delle conseguenze utili o… anche tremendamente pericolose !

“Through the Darkest of Times” mescola il gioco di strategia classico all’avventura grafica stile “libro-gioco”, con enorme possibilità e libertà di scelta da parte del giocatore.

Il gioco è suddiviso in 4 avvincenti capitoli dal ritmo serrato e dalla narrazione emozionante e coinvolgente e con un comparto musicale e grafico di tutto rispetto (i disegni sono ottimamente realizzati, in stile fumetto d’autore).

E’ un gioco non solo unico nel suo genere, ma anche profondamente educativo e consigliabile sia ad un pubblico adulto, sia a ragazzi che abbiano affrontato a scuola il tema del nazifascismo e dell’Olocausto.

L’unica vera pecca è la totale mancanza – almeno per il momento – di una traduzione in italiano (è tradotto in inglese, tedesco, francese, spagnolo, russo, giapponese, persino in cinese, ma per nulla in italiano !), per cui o conoscete discretamente bene una di queste lingue oppure non potrete affatto godervi appieno l’esperienza di gioco.

Per il resto, direi che è un vero e proprio gioiello di gioco, che non annoia, ansiogeno al punto giusto e che invita profondamente alla riflessione e per la prima volta cala il giocatore dei panni di un resistente al nazismo.

I requisiti per poter essere giocato sono i seguenti: un pc di fascia media con un sistema operativo da Windows 7 in avanti; 4 GB di RAM di memoria; 2 GB di spazio libero su disco fisso.

Per giocarci potete acquistarlo e scaricarlo su Steam al seguente link: https://store.steampowered.com/app/1003090/Through_the_Darkest_of_Times/

Luca Bagatin

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome