The Color Run 2016 a Trento: l’estate è alle porte #Tropicolor

0
665

The Color Run è tornata a Trento per il secondo anno consecutivo per un appuntamento che, ormai, è decisamente entrato in calendario. Pure quest’anno un grande successo: una folla di runners ha riempito la città con balli, canti e risate.
The Color Run è un evento sponsorizzato da Benetton, che porta nelle piazze italiane un movimento di corridori di tutte le età, che al ritmo di musica percorrono 5 km di strade urbane, passando attraverso diverse tappe colorate, in cui si riempiono man mano di diversi colori: arancione, verde, giallo, blu e rosa sono i colori tipici della The Color Run che quest’anno aveva un tema: #Tropicolor.

Tropicolor come il quartiere delle Albere, che si è trasformato in un palmizio dove ballare a ritmo della musica caliente dei tropici.

Famiglie e giovani la componente attiva della The Color Run, i corridori. Oltre 13.500 persone che hanno riempito la città di Trento per un intero pomeriggio. La novità di quest’anno una partecipazione davvero massiccia di bambini, oltre 1.400, con le loro magliette Kids.

La gara non competitiva era divisa in due sessioni: alla partenza le famiglie con i bambini, che hanno distanziato di circa mezz’ora il resto dei partecipanti, che si sono messi quindi in moto verso il centro della città di Trento, ma senza incidenti.

La manifestazione si è conclusa poi in Piazzale Sanseverino, con i blasting, ovvero il lancio di bombe colorate, che hanno completato l’opera.

Non si salva un centimetro per chi compete nella The Color Run: tutto si riempie di colore dalla testa ai piedi. E poi gonnelline, parrucche, bracciali, tatuaggi colorati, borse a tracolla, tutù, mantelline tropicali, cappellini colorati, occhiali da sole, fascette e tanti gadget che rendono memorabile e unica ogni diversa edizione di The Color Run.

Un evento a cui certamente non si può mancare di partecipare, almeno una volta l’anno, un appuntamento – insomma – che vale la pena mettere in agenda per divertirsi un po’ in mezzo a tanta gente.

Di Martina Cecco

SHARE
Previous articleIl mio ricordo di Marco Pannella
Next articleLoi travail, Jobs act e misure di austerità
Giornalista. Ha coltivato il mestiere di scrivere a partire dalla giovanissima età. Politicamente impegnata nella destra liberale ha lavorato nel settore stampa delle ACLI e di Azzurro Donna. Dopo l'università frequenta un corso specialistico per comunicazione e web marketing a Milano e comincia a produrre testi per il web. Già collaboratrice radiofonica per Radio Alzo Zero. Ha curato testi di medicina per Tanta Salute e ha seguito un percorso di ricerca scientifica sul PapillomaVirus a Napoli. Dal 2005 si è occupata di temi internazionali e di.solidarietà come responsabile comunicazione in TrentinoSolidale onlus, attualmente segue una rubrica "Deontologicando" su Secolo Trentino, che dirige.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here