La morte di Eluana non ferma neppure il Grande Fratello (e Mentana si dimette da Mediaset)

0
699

di Tiziano Scolari – Schegge di Vetro

E’ stata questione (è proprio il caso di dirlo) di vita o di morte per giorni. Tutti a stracciarsi le vesti, uno scontro istituzionale incredibile tra Berlusconi e Napolitano, il paese che si spacca tra chi pensa che bisogna lasciar morire in pace Eluana e quelli che: non se ne parla neanche, perchè la vita è sacra, dal concepimento fino alla morte.

E alla fine? Alla fine non si ferma neanche il Grande Fratello. Se l’interesse di Berlusconi per la sorte di Eluana si misurasse sulle scelte della sua televisione ammiraglia (Canale 5) potremmo dire che non gliene freghi niente.

Il Grande Fratello ieri è andato in onda e per questo Mentana ha già annunciato che oggi darà le dimissioni da direttore editoriale di Mediaset.

Non e’ cosi’ che si fa informazione su una grande rete nazionale. Non esiste solo l’audience. Simili scelte tolgono credibilita’ a chi le compie, e personalmente non ho nessuna intenzione di avallarle. Stasera (ieri) su Canale 5 il dramma e’ quello della cacciata di una concorrente dal Grande Fratello. A mezzanotte, se va bene, si parlera’ di Eluana, a Matrix. Andremo in onda comunque, per dovere di informare. Domani (oggi) pero’ rassegnero’ le dimissioni per un altro
dovere, quello di coerenza.

Piccole cose rispetto ai grandi drammi, certo, ma spesso anche le cose piccole, sono molto significative.

E io torno alle parole di Tettamanzi, arcivescovo di Milano, uno dei più ragionevoli all’interno della Chiesa: ora è il tempo della preghiera.

P.s. Ora, per piacere, non chiamiamola legge Englaro (come ha già fatto ieri Bruno Vespa, uno che sa quando “bisogna” essere in onda).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome