A Rimini il Festival del Mondo Antico

0
679

di Bianca Maria Sezzatini

Il 25 giugno 2010 apre la nuova ala archeologica del Museo della Città, un nuovo straordinario evento attorno a cui ruoterà, con tre giorni d’incontri, conferenze, dibattiti, proiezioni, laboratori l’edizione 2010 del “Festival del Mondo antico”, che nell’inaugurazione delle nuove sale espositive avrà il suo momento centrale. (Scarica il programma completo in pdf)

Rimini ha un cuore antico e antichi tesori. Un patrimonio archeologico che sta via via ricomponendosi fra la città, con i suoi monumenti (l’Arco di Augusto, il Ponte di Tiberio, Porta Montanara e l’Anfiteatro), il complesso di scavo della domus del Chirurgo, il Museo della Città che si prepara ad accogliere, in più di 40 sale, il lungo cammino dell’uomo nel territorio dalla Preistoria al Tardoantico. Un progetto che vedrà la luce proprio in occasione della XII edizione di Antico/Presente Festival del Mondo antico, in programma a Rimini dal 25 al 27 giugno.

Il programma del Festival 2010 cresce intorno all’evento inaugurale, fra protagonisti di livello nazionale e internazionale. Filo conduttore sarà naturalmente l’archeologia, che attraversa i temi letterari, storici, antropologici, religiosi, giuridici, economici, enogastronomici che verranno trattati in convegni, presentazioni di novità editoriali, seminari, incontri, proiezioni cinematografiche, spettacoli, giochi, laboratori. Il Festival vedrà il coinvolgimento di alcuni dei più importanti studiosi del mondo greco e romano, ma anche del vicino e lontano Oriente. Un posto di rilievo spetta alle Lezioni magistrali, con protagonisti della scena culturale come Filippo Coarelli e Luciano Canfora.

Oltre a rubriche collaudate come Archeologi in missione (esperienze sul campo presentate da Mario Luni), Biblia (letture del libro di Giobbe, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Rimini), Approfondimenti sulla vita quotidiana degli antichi a cura di Maria Grazia Maioli, Vacanze romane, visite guidate a tema, quest’anno non mancheranno importanti novità, come il percorso di “Adriatica appartenenza” e “Sono vecchie queste regioni? dalla politica augustea alla costituzione”, convegno a cura dell’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna.

Uno spazio è riservato al turismo culturale e al tema dell’eno-gastronomia, indagato fra passato e presente, mentre le novità editoriali sono al centro delle rubriche “Libri nuovi per l’antico” e “Antiquaria”. Tornano l’appuntamento con “Antiquaria nel cinema” e il nutrito calendario di proposte per ragazzi, quest’anno raccolto sotto il titolo “Piccolo Mondo Antico Festival”.

Teatro delle iniziative saranno il Museo della Città con la domus del Chirurgo, la Biblioteca Civica Gambalunga, il palazzo del Podestà, il Teatro degli Atti, oltre alle vie cittadine e ai monumenti millenari di Rimini. Ma lo scenario del Festival coinvolgerà anche il territorio attraverso la partecipazione dei musei di Cattolica, Riccione, Santarcangelo e Verucchio.

Ancora una volta il festival, con il suo ricco programma, è un’occasione speciale di incontro con la storia, l’arte, l’archeologia, la letteratura, la filosofia, la poesia del mondo classico (e non) filtrate dalla sensibilità dei contemporanei e offre al pubblico nuove opportunità di riscoprire Rimini antica e il suo territorio, in un viaggio alle origini dei riti e dei miti del tempo presente, in compagnia di protagonisti della cultura contemporanea.

per ulteriori informazioni: Rimini Turismo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome