Maria Prymachenko a Trento e a Viterbo

0
595

In mostra l’esplosione dei colori dell’artista Maria Prymachenko (1909 – 1997), artista simbolo della cultura ucraina, e artista Unesco del 2009. La mostra non lascia senza un’opinione per l’originalità e la grande forza carismatica della fantasia mescolata a tradizione e saggezza.

I GIRASOLI DI KIEV

Il Mart di Rovereto presenta, nella sede di Palazzo delle Albere a Trento, la sua prima dal 28 febbraio al 4 giugno 2023, che s’intitola I girasoli di Maria Prymachenko. Opere dal Museo Nazionale Taras Shevchenko di Kiev e presenta 54 opere provenienti dal Museo Nazionale Taras Shevchenko di Kiev. Da un’idea di Vittorio Sgarbi.

L’artista è famosa in tutto il mondo, durante il percorso alle Albere un filmato illustra tutto il percorso che ha fatto: è nota non solo per la sua nomina UNESCO, ma anche per gli amanti dell’arte che la seguivano da Kiev, poi a Mosca, Leningrado (oggi San Pietroburgo), Praga, Sofia, Parigi e persino Montreal. Nel 1937 l’artista è stata premiata con la medaglia d’oro all’Esposizione Universale di Parigi.

Fin da piccola ha dimostrato di avere notevole carisma e immaginazione: la sua vita è stata minata da molte sfortune, dalla polio, alla morte del marito nella Guerra Mondiale. Nel 1966 viene insignita del maggior riconoscimento nazionale, il Premio Taras Hryhorovych Shevchenko; qualche anno dopo alcune sue opere vengono scelte per un’esclusiva serie di francobolli, che forse sono anche quel che più è stato pubblicizzato, di recente. Dopo la morte, l’astrologo Kiym Curjumov le ha intitolato un pianeta (1998).

“Esponente della pittura naïf, erede di una tradizione folcloristica secolare che affonda le proprie radici nell’arte paleolitica, con animali fantastici, flora lussureggiante, simboli ancestrali.” L’artista ha avuto la fortuna di avere l’ammirazione di artisti come Picasso, Matisse e Chagall. MC

Informazioni

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18, il venerdì fino alle 21. Chiuso il lunedì. Dal 28 febbraio per la prima volta circa 70 opere di Maria Prymachenko vengono presentate al pubblico italiano. I girasoli ucraini è un progetto voluto e coordinato da Vittorio Sgarbi, sottosegretario al Ministero della cultura e presidente del Mart di Rovereto, organizzatore e promotore dell’iniziativa. La doppia esposizione rappresenta un importante segnale di solidarietà e vicinanza culturale all’Ucraina, a un anno esatto dall’invasione russa, intrapresa il 24 febbraio 2022. A Trento, nello storico Palazzo delle Albere, il Mart organizza la prima grande mostra dedicata all’artista ucraina, dal 28 febbraio al 4 giugno 2023. Parallelamente un piccolo nucleo di opere viene allestito anche a Viterbodal 26 febbraio nelle sale del Museo dei Portici.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome