Moreno Paissan e i suoi acquerelli sfidano tempo e spazio

0
177

Vanno insieme mescolandosi nei cassetti della mente, senza confini di tempo e con la ragione della maturità: sono i personaggi e le animazioni degli acquerelli di #MorenoPaissan, artista del #Primiero, che porta su internet il bagaglio culturale di un immaginario di generazioni, mescolato a quello dei ragazzi di oggi.

La suggestione delle leggende incontra il fantasy, l’arte nata dalla creatività e dall’impegno incontra lo studio: insieme in una fusione si integra il passato con il presente e diventano originali.

L’artista trentino che abbiamo incontrato quest’oggi è un giovane ragazzo, che si presenta con la sua opera e con la sua passione coniugando acquerello e tecnologia: “Mi chiamo Moreno Paissan sono originario di Mezzano di Primiero e fin da quando ero piccolo ho sempre avuto amore per linllustrazione ed il disegno in generale.”

Dalla predisposizione alla scuola, Moreno sta infatti studiando per imparare a proporre qualcosa che sia più di “disegno per appassionati del settore”: “Prediligo principalmente lo stile fantasy con il quale posso viaggiare pennellata dopo pennellata per lontani regni fantastici e dare completo sfogo alla mia fantasia accingendo comunque a molti spunti realistici. Ora sto frequentando il terzo e ultimo anno alla scuola internazionale Comics di padova, nel settore dellillustrazione a fumetti.”

Moreno Paissan
Ci sono già state delle occasioni per mostrare i lavori al pubblico, per esporre nella bellissima Valle del Primiero dove il giovane è nato, che incalza e suggestiona, in coerenza con le pennellate di Moreno, i suoi disegni sembrano uscire direttamente dalla Foresta di Paneveggio, i colori sono quelli di un inverno innevato, la sensibilità è quella di un ragazzo gentilmente nordico, per questo il fascino, da subito, arriva.

Impossibile non pensare alle montagne guardando gli acquerelli di Paissan. “Sono ormai 3 anni che il mio strumento base sono gli acquerelli, che prediligo per la freschezza che danno al mio tratto e perché si sposano a meraviglia con le illustrazioni che affrontano temi medievali e pensate per catapultare il pubblico in piccoli borghi antichi.” Non parliamo però di un ragazzo che vive chiuso nel suo studio a Mezzano, tra acquerelli e disegni, tra bozzetti e pennelli: Moreno ha pensato che, insieme alle esposizioni, serve anche la vetrina virtuale (dove lo abbiamo notato noi).

Il portfolio di Moreno lo trovate su Art Station qui: “Da qualche tempo mi sto avvicinando sempre più anche al mondo della colorazione digitale” dice, ma c’è molto altro dietro alla ideazione, possiamo trovarci le suggestioni del mondo fantasy, ma anche della contemporaneità, vedasi “Lady Terest Pin” o “Ser Gram Ista“.


Insomma c’è del talento. In futuro ci sono in programma un’esposizione pre natalizia e un libro illustrato, con 15 storie d’avventura per ragazzi, accompagnate con opere ad acquerello, in cui i #krampus, le #guane, la #smara, il #mazarol si muovono in un fantasy trentino. “La bellezza dell’arte è che ti permette di mostrare a tutti ciò che si immagina, ciò che si vuole esprimere e ciò che si sogna e di viaggiare per terre lontane e sconosciute stando comodamente seduti.”

“Potete seguire ciò che faccio tramite i miei account facebook, istagram e artstation.”

Buona Visione.

A cura di Martina Cecco

SHARE
Previous articleRemo Bassetti (WROG): “Cosa non quadra nell’anominato sul web”
Next articleErika De Nardo, essere assassini a 16 anni
Giornalista. Ha coltivato il mestiere di scrivere a partire dalla giovanissima età. Politicamente impegnata nella destra liberale ha lavorato nel settore stampa delle ACLI e di Azzurro Donna. Dopo l'università frequenta un corso specialistico per comunicazione e web marketing a Milano e comincia a produrre testi per il web. Già collaboratrice radiofonica per Radio Alzo Zero. Ha curato testi di medicina per Tanta Salute e ha seguito un percorso di ricerca scientifica sul PapillomaVirus a Napoli. Dal 2005 si è occupata di temi internazionali e di.solidarietà come responsabile comunicazione in TrentinoSolidale onlus, attualmente segue una rubrica "Deontologicando" su Secolo Trentino, che dirige.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here