Primavera delle libertà

0
556

di Salvatore Antonaci

Un bel segnale arriva dal centro-destra meridionale con l’annunciata candidatura di un affermato professionista alle prossime elezioni provinciali di Salerno.

Ma la notizia non sta tanto nell’appartenenza del candidato alla cosiddetta “società civile”,cosa di per sè tutt’altro che da sottovalutare in circostanze nelle quali la fedeltà di partito ed il politicismo la fanno da padroni,quanto nel fatto di essere una persona transgender.

Minoranza sessuale che solo da pochi anni riesce a segnare qualche punto a proprio favore sul difficile cammino che porta fuori dalla discriminazione cui,purtroppo,viene condannata da un pregiudizio pervicace molte volte violento,altre ammantato di ipocrita perbenismo.

Così dopo i fasti televisivi e parlamentari di Vladimir Luxuria,tocca,dal lato opposto della barricata, a Martina Castellana,medico dermatologo dell’ASL salernitana,concorrere nel neonato PDL berlusconiano per un importante ufficio pubblico,anche se non altrettanto prestigioso quanto un laticlavio parlamentare.

Evento importante,senza alcun dubbio,ma non così sorprendente quanto potrebbe a prima vista apparire: perchè se è vero che una certa cultura tradizionalista si fa ancora veicolo di atteggiamenti omofobi, corrisponde ugualmente a realtà il fatto che questa piaga alligna trasversalmente nella società italiana.

Bene non dimenticare,inoltre,gli sforzi che la destra nazionale ha compiuto per emendarsi ed emanciparsi dalle proprie origini non propriamente liberali,ma ciò,come noto, riguarda una componente importante ,ma minoritaria, del blocco moderato.

Vero che in altre contrade questa flessibilità dei conservatori in tema di libertà individuali è stata acquisita con anni di anticipo,ma questo è il dazio che si paga a non aver avuto una rivoluzione liberale che spazzasse via gli eccessi di comunitarismo assolutistico.

Ora,lento pede,pare che il treno della modernizzazione civile si stia muovendo nella giusta direzione: qualche volta una rondine può fare davvero primavera…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome