Processo a Don Abbondio

0
691

di BIANCA MARIA SEZZATINI

Lunedì 17 maggio nella Sala Sinopoli, presso l’Auditorium della Musica alle ore 21 vanno in scena i Processi alla Storia.

Presidente della Corte: Pierluigi Vigna
Imputato: Andrea Margelletti
Pubblico Ministero: Fabrizio Gandini
Avvocato Difensore: Umberto Rapetto

Sul palco dell’Auditorium va in scena il processo al curato dei Promessi Sposi, un uomo codardo e pigro, che si sottrae – per quanto gli è possibile, alle difficoltà e agli ostacoli che incontra. E davanti a quelli che non riesce a scansare, china la testa con decisione. È l’occasione per parlare dei vizi dell’uomo, ma anche delle virtù di quegli individui che dietro questo atteggiamento di rassegnazione celano il pregio della coerenza, della capacità di provare sentimenti, persino dell’orgoglio che può portarli ad improvvisi atti di coraggio.

Sul palco, com’è tradizione dei Processi dell’Auditorium, ci saranno protagonisti assoluti della vita pubblica del Paese, prestati al teatro per le loro doti dialettiche e di improvvisazione. A presiedere la Corte, sarà Pierluigi Vigna, famosissimo magistrato fiorentino, già protagonista del processo al Mostro di Firenze e poi Procuratore Nazionale Antimafia. Sarà li a dirigere il dibattimento nei confronti dell’imputato, Don Abbondio, interpretato da Andrea Margelletti, presidente del Centro Studi Internazionali ed esperto di terrorismo internazionale e analisi geopolitica. A difenderlo, nei pani dell’Avvocato, un altro grande investigatore, il colonnello Umberto Rapetto, comandate dello speciale gruppo della Guardia di Finanza per la repressione dei crimini informatici. L’accusa sarà invece sostenuta da un magistrato di ruolo del calibro di Fabrizio Gandini, il giudice che firmò il primo mandato di arresto per la mamma del piccolo Samuele, dopo il delitto di Cogne.

Dopo il grande successo del Processo alla Storia dedicato al Caso Galilei realizzato nel maggio scorso, la Fondazione Musica per Roma, con il contributo della Regione Lazio, affida a sei personaggi simbolo della storia e della letteratura altrettanti Processi alla Storia, a cura di Stefano Dambruoso e Massimo Martinelli. A partire da gennaio 2010, per un lunedì al mese, sul palco della Sala Sinopoli, professionisti del diritto di fama riconosciuta indossano la toga per ottenere la condanna o l’assoluzione del imputato. Duelli dialettici che vedono l’Avvocato Difensore e il Pubblico Ministero difendere o accusare un sentimento, una virtù, un vizio che caratterizzarono la vita dei protagonisti di ogni singolo appuntamento. Un’occasione per far rivivere avvenimenti storici e fornirne al pubblico una chiave di lettura diversa. Il pubblico, ascoltate le argomentazioni all’impronta delle parti, sarà protagonista attivo dell’evento con la delicata decisione di fissare il verdetto di assoluzione o di condanna. Sul bancone degli imputati sono saliti Kennedy, Monaca di Monza, De Tocqueville, Ulisse e Penelope. Dopo Don Abbondio sarà la volta di Pio XII.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome