BMW Italia chiude le celebrazioni dei 50 anni di attività culturali del BMW Group con la Prima del Teatro alla Scala del 7 dicembre

0
319

La filiale italiana della Casa di Monaco al fianco del Teatro alla Scala di Milano in occasione dell’apertura della stagione con il Macbeth diretto dal Maestro Riccardo Chailly

San Donato Milanese. BMW Italia chiude simbolicamente l’anno di celebrazioni dei 50 anni di attività culturali del BMW Group nel mondo con la tradizionale serata del 7 dicembre del Teatro alla Scala di Milano. Quest’anno ad inaugurare la nuova stagione sarà Macbeth, diretto dal Maestro Riccardo Chailly con la regia di Davide Livermore.

Nel 1971, esattamente 50 anni fa, iniziava l’impegno culturale del BMW Group, commissionando tre dipinti a Gerhard Richter. Da allora più di un centinaio di iniziative culturali a lungo termine del BMW Group nel campo dell’arte moderna e contemporanea, della musica classica, del jazz e del suono, così come nell’architettura e nel design, sono state consolidate nel corso dei decenni.

BMW Italia ricopre da sempre un ruolo di primo piano nel panorama culturale del BMW Group con partnership prestigiose ed iniziative di altissimo profilo. La filiale italiana della Casa di Monaco è partner del Teatro alla Scala dal 2002 in qualità di «Fornitore Ufficiale» e dal 2005 nella veste di «Partner Ufficiale della Serata Inaugurale». Dal 2016, in occasione del centenario del BMW Group e dei 50 anni di presenza nel nostro Paese, la filiale italiana è diventata «Fondatore Sostenitore» del Teatro alla Scala di Milano.

Tante le iniziative realizzate congiuntamente nel corso degli anni, ad esempio per il lancio di nuovi prodotti, come le ultime tre generazioni della BMW Serie 7 e nel 2013 della BMW i3, la prima vettura elettrica del BMW Group.

A partire dalla prima edizione del 2014 la filiale italiana del BMW Group ha supportato il progetto «Grandi Opere per Piccoli», che ha formato nuove generazioni di pubblico per l’opera e i concerti e ha già portato nella sala del Piermarini centinaia di migliaia di giovanissimi ascoltatori, che hanno potuto apprezzare i grandi titoli del repertorio operistico ridotti e adattati a strutture drammaturgiche a misura di bambino.

“Il rapporto con il Teatro alla Scala – ha dichiarato Massimiliano Di Silvestre, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Italia – rappresenta per noi un fiore all’occhiello all’interno del panorama di attività culturali che la nostra azienda da sempre supporta e alimenta. Ci unisce al Teatro la passione per la cultura, l’orgoglio per le straordinarie qualità del nostro Paese che rappresenta un’eccellenza mondiale in termini di arte, conoscenza, tradizione e creatività. Ma ci unisce anche la ricerca e la voglia di innovare senza mai rinnegare le proprie radici, proiettando i nostri valori nel futuro. Infatti, entrambi abbiamo saputo essere protagonisti del passato, ma lo siamo anche nel presente e vogliamo esserlo nel futuro, interpretando in anticipo i cambiamenti, come nel caso della sostenibilità che rappresenta un aspetto imprescindibile della nostra strategia e del nostro modo di proporci al pubblico”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome