Al Congresso del Partito Comunista di Cuba, Raul Castro, annuncia le sue dimissioni da Primo Segretario

0
849

A 89 anni, Raul Castro, fratello dell’eroe della Rivoluzione Cubana Fidel Castro e generale dell’esercito, annuncia, all’VIII Congresso del Partito Comunista di Cuba (PCC), le sue dimissioni da Primo Segretario del Partito.

L’incarico sarà dunque assunto dall’attuale Presidente della Repubblica di Cuba, Miguel Diaz-Canel.

L’VIII Congresso del PCC, si è aperto venerdì 16 aprile, proprio con la dichiarazione di Raul Castro, il quale, fra le altre cose, ha ricordato il 60esimo anniversario della proclamazione del carattere socialista della Rivoluzione Cubana e i martiri della Rivoluzione stessa, che hanno lottato contro “l’invasione mercenaria di Playa Giron, organizzata a finanziata dal Governo degli USA”.

Il PCC, attualmente, conta circa ben 700.000 militanti e Raul Castro, nella sua relazione introduttiva, ha fatto presente come negli ultimi anni si siano iscritti al partito altri 27.000 cittadini cubani, molti dei quali militanti dell’Unione dei Giovani Comunisti.

Il Primo Segretario ancora in carica, ha poi illustrato i piani attuati per arginare l’epidemia Covid 19, facendo presente che “La risposta del Paese al Covid 19 è stata caratterizzata dal contributo di scienziati ed esperti nello sviluppo di ricerche e innovazioni, con l’immediata introduzione dei suoi risultati finalizzati alla prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dei pazienti. È in corso un intenso lavoro sulle sperimentazioni cliniche di cinque vaccini candidati che potrebbero servire a immunizzare l’intera popolazione cubana e contribuire alla salute di altre nazioni” e che “I risultati raggiunti sono possibili solo in una società socialista, con un sistema sanitario universale libero e accessibile con professionisti competenti e impegnati”.

I lavori del Congresso sono poi proseguiti in apposite commissioni di lavoro, che hanno affrontato le questioni economica e sociale, il funzionamento del Partito e il rinnovamento dei quadri politici.

Il Presidente della Repubblica, Miguel Diaz-Canel, in particolare, ha affermato che nei quadri del Partito deve “Prima di tutto prevalere un approccio ideologico, politico, sociale e ambientalista”. E ha esortato i quadri del Partito stessi a lavorare collettivamente e aggiornarsi costantemente “perché qui nessuno ha la verità assoluta e non si finisce mai di imparare”.

Luca Bagatin

www.amoreeliberta.blogspot.it

SHARE
precedenteLa nudità censurata dai social
successivoLibertà dall’ego, dalla materia, dall’illusione
Nato a Roma nel 1979, è blogger dal 2004 (www.amoreeliberta.blogspot.it). Dal 2000 collabora e ha collaborato con diverse riviste di cultura risorgimentale, esoterica e socialista, oltre che con numerose testate giornalistiche nazionali, fra le quali L'Opinione delle Libertà, La Voce Repubblicana, L'Ideologia Socialista, La Giustizia, Critica Sociale, Olnews, Electomagazine, Liberalcafé. Suoi articoli sono e sono stati tradotti e apprezzati in Francia, Belgio, Serbia e Brasile. Ha pubblicato i saggi "Universo Massonico" (2012); "Ritratti di Donna (2014); "Amore e Libertà - Manifesto per la Civiltà dell'Amore" (2019); "L'Altra Russia di Eduard Limonov - I giovani proletari del nazionalbolscevismo" (2022) e "Ritratti del Socialismo" (2023)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome