Sabato 10 ottobre: due piazze a confronto. I complottisti e i comunisti di Marco Rizzo

0
196
Sabato 10 ottobre a Roma, ore 14.00: da una parte – in Piazza San Giovanni – la piazza dei complottisti no mask, il caravanserraglio che denuncia una presunta “dittatura sanitaria”; dall’altra – in Piazza Santi Apostoli – la piazza di quella che si autodefinisce “l’altra opposizione”, ovvero i comunisti duri e puri del Partito Comunista di Marco Rizzo.

“L’altra opposizione”, che – anziché protestare sul nulla – propone un’altra idea di Italia: anticapitalista, fuori dall’Unione Europea e dalla NATO. Che si contrappone non solo al governo dei ricchi di centrosinista, ma anche all’opposizione dei ricchi di centrodestra.

Un’”altra opposizione”, quella comunista, che si contrappone alle diseguaglianze economiche e sociali nel nostro Paese.

Medici e infermieri sono stati definiti “eroi” dalle istituzioni” – ha affermato Rizzo nei giorni scorsi – “poi però non hanno ricevuto alcuna gratificazione”.

Rilancia la battaglia sui diritti del lavoro: “Siamo a un bivio: o si continua a utilizzare il lavoro, come oggi, per “strizzare” tantissimo i lavoratori in tempi ristretti e solo quando serve, oppure grazie alle tecnologie lavoriamo tutti meno e viviamo meglio”.

Nei giorni scorsi, Rizzo, in una intervista, ha altresì attaccato governo e opposizioni: “Questo governo è perfettamente funzionale alle politiche del Fondo Monetario, della Banca Centrale Europea e dell’Unione Europea, la cosiddetta troika, quindi a Bruxelles hanno tutto l’interesse a che duri fino alla fine” (…). “Rafforzare le destre significa garantire un’assicurazione sulla vita a Conte e compagni. Chi ha votato il centrodestra pensando di indebolire questo governo, ha commesso un grandissimo errore di valutazione. Chi vota Salvini oggi è il miglior alleato di Conte e del PD”.

Luca Bagatin

www.amoreeliberta.blogspot.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome