Stato di emergenza al 15 ottobre

0
310
La conferma arriva puntuale. Il virus c’è, esiste, continua a circolare.
E sarebbe un errore sospendere bruscamente le misure adottate fin qui. Questa, in sintesi, la motivazione con cui il premier Giuseppe Conte ha deciso di prorogare fino al 15 ottobre lo stato di emergenza.
“Così il Paese è più sicuro”.
Lo stato di emergenza garantisce al governo una maggiore celerità d’azione e nonostante i contagi siano diminuiti, i numeri ci dicono che il virus non ha mai smesso di circolare nel Paese.
Naturalmente sul fronte opposizioni,  il tema continua ad infiammare.
Opposizioni per cui la proroga sarebbe un vero e proprio ‘attentato alla democrazia’.
Matteo Salvini, presente ieri al convegno-audizione ’dei negazionisti’ organizzato da Vittorio Sgarbi  al Senato, si è rifiutato di indossare la mascherina.
“Il virus non c’è più”, dice, e
“i bollettini di contagio sono terrorismo mediatico”.
Ma si sa, in tempo di covid, gli esperti virologi pendono sempre più a destra.
Claudia Saba 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome