THE COLOR RUN HA FATTO TAPPA A TRENTO IL 6 GIUGNO

0
602

Più di 16 mila persone. Pettorali numerati, in corsa a Trento per la #colorrun 2015. Un fiume di gente che ha percorso la 5 km colorata, a tappe, che ha fatto il giro di tutta la città.
Per un giorno dal quartiere delle Albere, fino a oltre San Lorenzo e poi a Piazzale Sanseverino tutta la città ha vissuto all’insegna del colore.
Lo scopo della corsa è divertirsi, colorandosi sempre di più man mano che si percorrono le tappe. Ecco allora che ad ogni tappa sono stati lanciati i colori per dipingersi le maglie, da bianche ad arcobaleno. A onor di cronaca il rosso la fa da padrona, poiché alla fine della corsa tutti i partecipanti erano gialli, blu, verdi, rossi e arancioni. Ma il rosso ha vinto sulla resistenza.
Una corsa finita tra tempesta e nubifragio, un piacevole rinfresco dopo un percorso fatto a quasi trenta gradi, poiché l’estate ha fatto la sua parte in questa giornata.
La festa parte da radici americane, è nata per coinvolgere tutti in un grande fiume di amicizia e di colore.
La partenza della corsa prevede il tatuaggio glitter, con le scritte in viso e sul corpo. Il pacchettino di risorse per i corridori invece prevede la maglietta con scritta Color Run e pettorina, che tutti i partecipanti indossano, insieme a numerosi altri elementi colorati che vanno dalle polsiere alle fascette, adesivi per il corpo. Ma anche hanno spaziato i tutù colorati, le parrucche e le borse a tracolla con la segnatura della gara.

La fine della corsa in Piazzale Sanseverino, insieme agli sponsor, 40, che hanno allestito spazi erogando bibite e gadget. Con una grande festa colorata. Nella città invece la Color Fest, che ha dato il meglio di sé solo dopo il grande nubifragio che ha letteralmente invaso di acqua la città e i 16 mila partecipanti.
5 km divertenti da passare in allegria, con una grandissima partecipazione di giovani, per Trento è la prima esperienza di The Color Run, con grande dispiegamento di tecnici e di personale di organizzazione e di sicurezza.
La vostra “fida partecipante” ha ancora le braccia blu, la prova che il percorso, divertente ma impegnativo, non è stato eluso. In foto, una carrellata di immagini dall’iniziativa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome