Festival dell’Economia VII Edizione: cicli di vita e opportunità

0
544

di MARTINA CECCO

Siamo alle porte per la inaugurazione del VII Festival dell’Economia della città di Trento, che quest’anno ha per tema i “Cicli di vita e rapporti tra generazioni”. Le date del festival: in anteprima il 19 maggio a Bari, la kermesse di incontri e convegni dal 31 maggio al 3 giugno prossimo. Presentato a Milano la settimana scorsa si prospetta come una settimana di intensi lavori incentrati, nonostante non sia specificato nel titolo, sul ruolo dei giovani nella economia del nostro tempo.

“Si parlerà molto della scuola, dell’ingresso sul mondo del lavoro, la formazione sul posto di lavoro e la assistenza alle persone non autosufficienti – ha spiegato Tito Boeri, il responsabile scientifico del Festival dell’Economia – esaminando i patti intergenerazionali, i servizi ai bambin in età infantile e agli anziani”.

Facciamo insieme una breve carrellata dei temi che saranno al centro del Festival, per dare giustizia a una delle iniziative più attuali del panorama culturale economico, alla portata di tutti, esperti e persone interessate, che da sette anni aggiorna puntualmente e con un buono spessore sulle sfide che la società economica e politica si trova davanti.

A Bari saranno trattati i temi di giovani, creatività e impresa, sabato 19 maggio, presso la Università degli Studi di Bari, con la partecipazione di Roberto Cingolani, Guido Romano, Fabiano Schivardi, Nichi Vendola, Alessandro Laterza, Tonia Mastrobuoni e Innocenzo Cipolletta. Introducono Tito Boeri, Paolo Collini e Corrado Petrocelli.

Durante il festival invece saranno trattati temi come la prospettiva europea per il giovane che entra nel mercato del lavoro, la trasformazione del mercato della produzione ai giorni nostri, il fenomeno dei giovani bamboccioni, il ruolo delle donne e della famiglia in relazione al lavoro, il posto fisso e il posto a tempo determinato, il dollaro come moneta del mondo, la situazione economica italiana, le disuguaglianze tra la popolazione dettate dai salari e dai consumi, il contratto unico nel mondo del lavoro, il sistema pensionistico, la anzianità attiva, la maturità economica in Europa.

Per le nuove generazioni è dedicata invece la parte conclusiva del festival dove saranno messe in discussione alcune delle facoltà del cittadino garantite attualmente, che vanno dal recepimento della pensione alla assistenza alla famiglia, il peso del debito sui figli, il futuro economico dell’Italia e le alternative alla economia guidata, con un incontro anche sul tema delle cooperative.

Ogni anno il Festival dell’Economia porta con sé non solo il parere di studiosi ed esperti, che si confrontano in un dibattito aperto con e per la gente che partecipa e segue i lavori, ma anche una serie di eventi che fanno da corollario in piazza alla manifestazione che si tiene in sale e teatri. Il Festival dell’Economia infatti scende anche in strada, offrendo orientamento per i giovani, punti informativi, spazi interattivi e eventi a cui partecipare di persona per prendere parte alla settimana dedicata al presente economico e sociale dell’Europa.

Seguiremo i lavori per voi, ricordiamo che per prendere parte al Festival dell’Economia on line, visitando il sito festivaleconomia.it potrete seguire le dirette e lo streaming audio e video degli incontri e delle conferenze, partecipare agli eventi in piazza e scaricare i materiali di studio direttamente dal sito internet.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome