Cuba. Vertice G77+Cina per rilanciare equità, giustizia, inclusione e pace

0
191

Il 15 e 16 settembre scorso si è tenuto, a L’Avana, il vertice G77+Cina.

Presenti 1300 delegati provenienti da 116 Paesi e da 12 organizzazioni e agenzie ONU.

Importante il risultato diplomatico ottenuto da Cuba, che ha incassato il sostegno contro l’assurdo e annoso embargo statunitense.

In rappresentanza della Repubblica Popolare Cinese, Li Xi, membro del Comitato Permanente dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese (PCC).

Li Xi ha affermato come Cuba abbia contribuito, in modo significativo, a promuovere la solidarietà dei Paesi in via di sviluppo nell’affrontare le sfide globali, promuovendo il multilateralismo e la lotta a ogni forma di egemonia.

Ha affermato, inoltre, come la Cina sia pronta ad aprire un nuovo capitolo nella cooperazione “Sud-Sud”, dichiarando: “Siamo pronti a lavorare con Cuba e gli altri membri del G77 per aprire un nuovo capitolo nella cooperazione Sud-Sud alla ricerca di un maggiore sviluppo attraverso una solidarietà più forte, costruire una comunità del Sud del mondo con un futuro condiviso e inaugurare una nuova era di sviluppo comune”.

Egli ha inoltre sottolineato la necessità, per i Paesi del G77, di “unire le forze per mantenere la pace e la tranquillità nel mondo e promuovere un ambiente internazionale favorevole allo sviluppo. In secondo luogo, sostenere l’equità, la giustizia e l’inclusione”.

Il G77, nato circa 60 anni fa, grazie alle lotte di indipendenza nazionale dei suoi membri, è un’organizzazione intergovernativa delle Nazioni Unite composta da 134 Paesi, prevalentemente in via di sviluppo.

La Cina, pur non considerandosi parte del G77, lo sostiene sin dal 1994.

Il rappresentante cinese, Li Xi, in occasione di tale vertice, ha incontrato – oltre all’ex Presidente e eroe della rivoluzione socialista cubana, Raul Castro – anche il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba (PCC), oltre che Presidente cubano Miguel Diaz-Canel, rilanciando la collaborazione fra i due Paesi, anche nell’ambito delle rispettive cause socialiste.

Luca Bagatin

www.amoreeliberta.blogspot.it

SHARE
precedentePsicoanalisi della guerra, ovvero elaborazione del lutto
successivoA prevalere sia il dialogo, non le bombe
Nato a Roma nel 1979, è blogger dal 2004 (www.amoreeliberta.blogspot.it). Dal 2000 collabora e ha collaborato con diverse riviste di cultura risorgimentale, esoterica e socialista, oltre che con numerose testate giornalistiche nazionali, fra le quali L'Opinione delle Libertà, La Voce Repubblicana, L'Ideologia Socialista, La Giustizia, Critica Sociale, Olnews, Electomagazine, Liberalcafé. Suoi articoli sono e sono stati tradotti e apprezzati in Francia, Belgio, Serbia e Brasile. Ha pubblicato i saggi "Universo Massonico" (2012); "Ritratti di Donna (2014); "Amore e Libertà - Manifesto per la Civiltà dell'Amore" (2019); "L'Altra Russia di Eduard Limonov - I giovani proletari del nazionalbolscevismo" (2022) e "Ritratti del Socialismo" (2023)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome