Express courier e la competitività del sistema-Italia

0
659

Mercoledì 20 Gennaio 2010 presso l’Aula 200 della LUISS Guido Carli di Viale Romania 32 in Roma, dalle ore 09.00 alle ore 13.00 l’AICAI presenterà lo Studio “Express Courier e Competitività del Sistema-Italia” effettuato dall’Università LUISS Guido Carli.

Scarica il programma [pdf – 131 Kb]

AICAI, l’Associazione Italiana dei Corrieri Aerei Internazionali facente capo a Confindustria, rappresenta in Italia da oltre vent’anni i principali player del settore dei express couriers, come DHL, FedEx, SDA, TNT ed UPS.

L’AICAI, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulle problematiche di questo settore ha commissionato uno studio All’Università LUISS finalizzato ad esaminare l’impatto che i corrieri espressi hanno sull’economia italiana.

Si tratta di un’indagine che mette in luce un settore vitale per la competitività del sistema Paese, ma sul quale la letteratura scientifica offre poco materiale a supporto.
Il trasporto espresso rappresenta un’industria in crescita costante, un interlocutore indispensabile per le aziende chiamate a confrontarsi su un mercato globale e ad ottimizzare i loro flussi logistici per mantenere e incrementare la loro competitività.

Gli express couriers rappresentano un patrimonio di competenze e una realtà operativa che, grazie alla capillarità dei propri network nazionali e internazionali, garantisce quotidianamente il trasporto di merci ad alto valore aggiunto al sistema-Italia, svolgendo al contempo un servizio di pubblica utilità. I corrieri rispondono alle esigenze di produzione just-in-time del settore imprenditoriale italiano più avanzato, per la distribuzione dei ricambi o dei prodotti “time-sensitive”: le aziende facenti capo ad AICAI trasportano il 6% dei beni totali esportati (oltre 18 miliardi € l’anno), il meglio del Made in Italy.

I key points messi in evidenza dallo Studio riguardano in particolar modo l’interazione fra i corrieri e gli attori politici nazionali e locali con i quali sono chiamati ogni giorno a confrontarsi, sia riguardo l’accesso alle Zone a Traffico Limitato delle città, sia riguardo l’esercizio della propria operatività con i voli notturni e attraverso le dogane.

L’incontro del 20 gennaio 2010 può dunque essere un’importante occasione per condividere i temi cruciali per lo sviluppo del “segmento alto” del trasporto, il cui valore ponderale all’interno dell’economia italiana è quantificabile in oltre 1 miliardo di euro rispetto al PIL e che corrisponde in 60.000 posti di lavoro.

RSVP
Segreteria Organizzativa AICAI
39 346.7381705
info@aicaionline.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome