Yara, difesa Bossetti: “Il Dna c’è, denunciamo frode processuale”

0
92

“La superperizia si può e si deve fare”, afferma lʼavvocato di Bossetti, condannato all’ergastolo in via definitiva per l’omicidio di Yara Gambirasio.

Ora,  in vista di una richiesta di revisione del processo e dopo le rivelazioni di un ex consulente del pm di Bergamo, la difesa preannuncia una denuncia per frode processuale.

 La decisione arriva dopo un’intervista rilasciata al settimanale Oggi dall’ex consulente , in cui afferma che il Dna di Ignoto 1 è sempre stato al San Raffaele. 

“L’abbiamo conservato. E c’è ancora. Anche se proprio in questi giorni stiamo restituendo il materiale genetico alla Procura di Bergamo che lo ha richiesto”. 

E quindi, “la superperizia si può e si deve fare”.

“La Procura lo ha sempre saputo”, continua il difensore di Bossetti.

E se la rivelazione di Giorgio Casari, docente di genetica e consulente dell’accusa, verrà confermata “anche da un’indagine difensiva, verrà valutata ogni possibile azione per il ripristino della giustizia violata”.

La nuova e clamorosa notizia, potrebbe riaprire incredibilmente il processo nel quale, ricordiamo, Bossetti si è sempre dichiarato innocente.

Luisa Betty

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here