La Repubblica Popolare Cinese impegnata nella pacificazione e nello sviluppo di relazioni bilaterali a livello internazionale

0
423

 

Con lungimiranza e responsabilità, la Repubblica Popolare Cinese continua a tentare di spegnere gli incendi nell’ambito di conflitti che si trascinano da decenni, muovendosi – in modo serio e deciso – sul terreno diplomatico. Oltre a ciò, essa ricerca partnership e collaborazione, come dimostrato anche recentemente.

Il Ministro degli Esteri cinese Wang Yi, incontrando il Ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir-Abdollahian, negli scorsi giorni, ha ribadito la ferma posizione della Cina relativamente al conflitto israelo-palestinese, ovvero la “realizzazione di un cessate il fuoco” e la “fine del conflitto il prima possibile, garantendo aiuti umanitari e ritorno alla soluzione dei due Stati”.

Ribadendo che “La Cina ritiene che qualsiasi accordo riguardante il futuro e il destino della Palestina dovrebbe riflettere pienamente la volontà del popolo palestinese, rispettare pienamente il suo diritto alla statualità e all’autodeterminazione e incarnare il principio di “proprietà palestinese, guida palestinese e amministrazione palestinese””.

La Repubblica Popolare Cinese è, inoltre, da tempo, in prima linea per pacificare e rafforzare il riavvicinamento fra Iran e Arabia Saudita, storicamente rivali.

Il 12 e 13 dicembre scorso, il Presidente cinese Xi Jinping ha visitato la Repubblica Socialista del Vietnam, incontrando il Segretario Generale del Comitato Centrale del Partito Comunista del Vietnam (PCV), Nguyen Phu Trong.

Scopo della visita, quello di rafforzare i rapporti fra i due Paesi e i rispettivi partiti comunisti, uniti storicamente dalle comuni lotte per l’indipendenza e la liberazione nazionale.

Cina e Vietnam hanno siglato accordi di cooperazione, in particolare ambito agricolo, nel settore dell’istruzione e dell’assistenza medica.

Altro importante incontro è stato quello che ha visto rafforzare, già dal novembre scorso, le relazioni fra Cina e Messico, guidato dal socialista Andrés Manuel López Obrador.

La Ministra degli Esteri messicana Alicia Barcena Ibarra ha ringraziato il Vicepresidente Han Zheng e il Ministro degli Esteri Wang Yi – rappresentanti della Repubblica Popolare Cinese – per aver fornito tempestiva assistenza al Messico, colpito recentemente dall’uragano Otis e si è detta disponibile ad implementare le cooperazione bilaterale e multilaterale dei rispettivi Paesi.

Inoltre, i Ministri degli Esteri di Messico e Cina hanno sottoloneato la necessità dell“istituzione di un gruppo di lavoro tra Messico e Cina” al fine di contrastare il “traffico di precursori chimici che possono essere utilizzati nella produzione di droghe sintetiche e di fentanil, nonché per monitorare la catena di produzione in modo accurato e scambiare informazioni per combattere l’uso illegale di queste sostanze”.

La Ministra Barcena, ha altresì sottolineato l’importanza che la Cina rafforzi i suoi legami con l’America Latina attraverso il rafforzamento del forum CELAC-Cina, sotto la Presidenza pro tempore dell’Honduras.

Luca Bagatin

www.amoreeliberta.blogspot.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome