Bombe a grappolo russe e bombe a grappolo ucraine. Sono vietate da una convenzione internazionale.

0
223
“Bombe a grappolo, Mosca accusata di usarle”, si legge su un articolo di Floriana Buffon. (Repubblica 1 marzo 2022)
“L’ONU denuncia: i russi usano bombe a grappolo in Ucraina”, si legge su Rainews (11 marzo 2022)
Anche Amnesty International ha denunciato l’uso delle bombe a grappolo da parte dei russi (“Fermare l’aggressione e proteggere i civili in Ucraina”). La cosa è ribadita il 14 giugno 2022 su lifegate.it.
“Ecco le prove che portano a Mosca”, si legge in un articolo di Nello Scavo su Avvenire del 20 marzo 2022.
Anche il Manifesto del 22 aprile riporta una indagine del Guardian (supportato dai giornalisti di Bellingcat) che porta ad accusare i russi.
Ma ecco che spunta anche l’altro fronte: “L’esercito ucraino accusato di usare bombe a grappolo. Lo denuncia un rapporto di Human Rights Watch. Le bombe a grappolo sono vietate da una convenzione internazionale del 2008”. (Internazionale.it)
Entrambe le parti (Russia e Ucraina) vengono accusate di usare bombe a grappolo dalla Cluster Munition Coalition, come riporta it.euronews.com del 25 agosto 2022.
Su politico.eu adesso si legge

La richiesta dell’Ucraina di munizioni a grappolo è solo una delle tante che l’amministrazione Biden, per il momento, non sta attivamente prendendo in considerazione, ha affermato una persona a conoscenza della situazione, che ha parlato a condizione di anonimato per discutere di un argomento delicato. “Non è un no, non è qualcosa che si sta muovendo in questo momento”, ha detto la persona.

 
Adnkronos dell’8 dicembre 2022 conferma riportando la Cnn: “Kiev ha chiesto bombe a grappolo agli USA”. E’ una delle richieste più controverse che gli Stati Uniti tuttavia “non hanno respinto a titolo definitivo”. Un dettaglio questo “che non era stato riportato in precedenza”.
E l’Unione Europea che cosa dice?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome