Abu Dhabi leader nel settore delle energie rinnovabili

0
76

Il 9 settembre si aprono i battenti del 24 ° Congresso mondiale dell’energia (WEC), che si terrà nella capitale degli Emirati Arabi Uniti. L’appuntamento è di quelli importanti, sia in considerazione dell’impegno profuso dalle autorità emiratine sia per i temi trattati, che non riguardano solo lo sviluppo degli Emirati ma producono delle ricadute in tutto il mondo.

L’ente organizzatore è il Dipartimento dell’Energia di Abu Dhabi (DoE) che è stato istituito nel febbraio 2018 per guidare la direzione e il rifornimento futuri del settore energetico dell’emirato in tutte le sue forme e per creare un sistema efficiente che consenta la crescita economica, la sicurezza energetica e lo sviluppo sostenibile. Il mandato di DoE comprende la messa in atto di politiche e regolamenti e lo sviluppo di strategie per garantire un’efficace transizione energetica alla base della crescita sostenibile di Abu Dhabi, tutelando al contempo i consumatori e l’ambiente.

In occasione del WEC l’obiettivo principale degli organizzatori è chiaro: mostrare le iniziative portate avanti dagli Emirati per ciò che concerne l’efficienza energetica e nel contempo evidenziare le opportunità di investimento che il settore offre agli investitori locali e internazionali. il Dipartimento dell’Energia (DoE) aspira a proseguire la sua missione di cementare lo status di Emirato di Abu Dhabi come capitale mondiale dell’energia e uno dei più importanti hub globali per il settore energetico.

Numerose le personalità del Dipartimento per l’energia che porteranno il proprio contributo, il presidente della DoE Awaidha Murshed Al Marar, oltre a pronunciare il discorso di apertura, prenderà parte alla sessione di apertura del Congresso, intitolata “Nuove visioni dell’energia: riuscire in un contesto di disgregazione”, che riunisce i leader di spicco del settore energetico in tutto il mondo per esplorare le prospettive di partenariato internazionale e sforzi congiunti per guidare la transizione del settore.

Il sottosegretario del Dipartimento Mohammed bin Jarsh Al Falasi parteciperà a una sessione del terzo giorno del WEC, con il titolo “Market Design: Abilitazione della transizione energetica”. In cui si esplorano numerose tecnologie di energia rinnovabile, nonché approcci alla progettazione del mercato che faciliterebbero la transizione regolare del settore.

Il Dipartimento dell’Energia si sta inoltre preparando a ospitare un panel di discussione per esperti di energia locali e internazionali per discutere gli sviluppi a lungo termine che stanno interessando tutto il settore energetico ad Abu Dhabi.

Il Dipartimento dell’Energia di Abu Dhabi ha affermato la propria fiducia nel ruolo di primo piano che le società dei media svolgono nel garantire il successo di questo evento internazionale. Con questo in mente, il DoE ha cercato di sponsorizzare il centro media al Congresso, che dovrebbe accogliere oltre 500 giornalisti e professionisti dei media. Il Dipartimento ha anche istituito Capital Suite 1 come padiglione dedicato per ospitare riunioni, panel di discussione e interviste con i portavoce ufficiali del DoE.

I partner DoE e qualsiasi altra parte interessata alle attività del Dipartimento possono rimanere aggiornati con i dettagli della sua partecipazione al WEC 2019 tramite gli account dei social media DoE ufficiali su Twitter e Instagram (@AbuDhabiDoE), nonché su YouTube e LinkedIn (Dipartimento dell’Energia Abu Dhabi).

Anche la location in cui si tiene l’evento riflette le linee guida del Congresso, il Padiglione del Dipartimento (Stand A10, Padiglione 5) è stato progettato tenendo conto degli standard più elevati e della tecnologia più all’avanguardia. Si propone di offrire ai visitatori un’esperienza entusiasmante in cui possono esplorare il presente e il futuro del settore energetico di Abu Dhabi attraverso sei fasi. Il viaggio dei visitatori inizia con un assaggio della ristrutturazione che ha rimodellato il settore, nonché degli obiettivi strategici alla base e dei risultati raggiunti finora in termini di efficienza. Successivamente, vengono introdotti i regolamenti e le politiche adottati dal Dipartimento dell’Energia per regolare il settore, prima di esplorare i principali progetti infrastrutturali – attuali e pianificati – in corso in tutto il settore. Il padiglione del DoE comprende anche una sezione dedicata all’esposizione dei vari scenari che il modello energetico integrato di Abu Dhabi (il “cubo di energia”) affronta, insieme a un’altra suddivisione per introdurre la strategia di gestione della domanda e di efficienza energetica di Abu Dhabi 2030 – a sforzo collaborativo che riunisce varie entità locali nell’emirato. Inoltre, il display offre uno sguardo allo stato attuale degli investimenti incentrati sull’energia ad Abu Dhabi e alle opportunità che offre alle imprese di investimento locali e internazionali.

Il presidente della DoE Awaidha Murshed Al Marar prenderà parte alla sessione di apertura del Congresso, intitolata “Nuove visioni dell’energia: riuscire in un contesto di disgregazione”, che riunisce i leader di spicco del settore energetico in tutto il mondo per esplorare le prospettive di partenariato internazionale e sforzi congiunti per guidare la transizione del settore. Nel frattempo, il sottosegretario del Dipartimento Mohammed Bin Jarsh Al Falasi, è pronto a partecipare a un panel di discussione sul tema “Progettazione del mercato: abilitazione della transizione energetica”, esplorando varie tecnologie di energia rinnovabile, nonché approcci alla progettazione del mercato che faciliterebbero la transizione regolare del settore .

Dr. Emanuela Locci
PhD History and Institutions of Modern and Contemporary Asia and Africa 
Historical, Political and International Department
Faculty of Political Sciences 
University of Cagliari/Italy

(Foto di repertorio del WFES)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here