Metamorfosi di Ovidio

Ho scelto di lavorare su Metamorfosi di Ovidio per l’evidente impossibilità a farlo. È un materiale talmente vasto e ricco e traboccante, che quanto preparato per la scena ha avuto da subito il sapore del non finito, non finibile.

Mi interessa quindi moltissimo.

Dal primo sipario aperto nell’estate ho cercato di assecondare questa apertura e tenermi, tenerci, in una forma in mutamento.

Coi miei compagni di lavoro e nella loro eccezionale disponibilità, abbiamo costruito materiale cangiante, mutante, mai replicato nella stessa forma e condizione. Abbiamo lavorato sulla possibilità dell’indefinire, sulla precarietà stessa del percorso creativo e i suoi processi.

Vado ripetendo che ci siamo permessi di metterci nella condizione di un lavoro in trasformazione continua, senza le regole del ben fatto, dell’acquisito, conquistato, ma regolato sulla sensazione scenica della costruzione.

Ho stabilito un punto di partenza, non cronologico, non drammaturgico, non contenutistico, ma ho scelto di lavorare su quanto mi attrae, sull’attrazione, quindi, non sull’astrazione. C’è forse ora una drammaturgia di ritorno, prodotta dallo stesso materiale e sono nella curiosità dell’appuntamento scenico per ulteriori riflessioni. Roberto Latini

 

 

PROGRAMMA GIORNATE

Mercoledì 18 MAGGIO

Metamorfosi  episodio dalle h 10 alle h 22: NARCISO (12’)*

*spettacolo per uno spettatore alla volta. Prenotazione obbligatoria

costo ingresso € 5
+ € 15 in abbinamento facoltativo con una replica di Metamorfosi dal 19 al 22 maggio

 

Programma giorni successivi Metamorfosi a episodi, per tutti

Giovedì 19 – Venerdì 20 – Sabato 21 – domenica 22 MAGGIO h 19

 

h 19 PIRAMO E TISBE (15’)

h 19.20 CAOS (15’)

h 19.40 ARACNE (15’)

 

15 min intervallo

 

h 20.10 NARCISO (10’)

h 20.25 MINOTAURO (25’)

h 21 CORVO (10’)

h 21.15 ECUBA (15’)

h 21.35 NARCISO (10’)

 

15 min intervallo

 

h 22 ARGONAUTI (25’)

h 22.30 ORFEO (15’)

h 22.50 LA PESTE (20’)

 

dal 18 al 22 maggio 2016

PROSA

 

Fortebraccio Teatro

METAMORFOSI

(di forme mutate in corpi nuovi)

da Ovidio

traduzione Piero Bernardini Marzolla

adattamento e regia Roberto Latini

musiche e suoni Gianluca Misiti

luci Max Mugnai

costumi Marion D’Amburgo

con

Ilaria Drago

Alessandra Cristiani

Roberto Latini

Savino Paparella

Francesco Pennacchia

Sebastian Barbalan

Alessandro Porcu

Esklan Art’s Factory

direzione tecnica Max Mugnai

organizzazione Nicole Arbelli

riprese video Mario Pantoni

foto Futura Tittaferrante

produzione

Fortebraccio Teatro

Festival Orizzonti . Fondazione Orizzonti d’Arte

con il sostegno di

Armunia Festival Costa degli Etruschi

1 Comment
  1. I have noticed you don’t monetize liberalcafe.it, don’t waste your traffic,
    you can earn additional cash every month with new monetization method.

    This is the best adsense alternative for any type of website (they approve all sites), for more info simply search in gooogle: murgrabia’s tools

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

©2013 LiberalCafe'. All rights reserved.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma - n.228/6 luglio 2011

Creative Commons License

Immagini, contenuti e marchi citati in queste pagine sono copyright dei rispettivi proprietari.
Se qualcuno, vantando diritti su immagini e/o testi qui pubblicati, avesse qualcosa in contrario alla pubblicazione, può scriverci per richiederne la pronta rimozione.